"Le iene" e il sesso pubblicizzato

Scritto da: -

Le_iene_1 Ieri sera a Le iene è andato in onda un lungo servizio di Luigi Pelazza su una particolare iniziativa imprenditoriale sorta a Praga.
Un breve riassunto per chi non lo avesse visto: un solerte ragazzo ha messo in piedi un vasto "Night club" di tre piani nel quale i clienti possono recarsi a fare sesso gratuitamente. Il metodo è semplice quanto geniale. I frequentatori del locale hanno la possibilità di scegliere tra le prostitue messe a disposizione, ma devono firmare una liberatoria: tutto ciò che fanno all'interno del locale, infatti, sarà ripreso con minuzia di particolari da decine di telecamere connesse in diretta all'apposito sito porno a pagamento.
Il cliente diventa quindi attore, mentre il guardone diventa il vero cliente pagante: grazie infatti ad un abbonamento mensile (piuttosto basso) si può stare comodamente seduti davanti al computer, connessi al sito del locale, e "godere" delle evoluzioni dei novelli Siffredi.
Attraverso un calcolo approssimativo compiuto dalla iena Pelazza, grazie ai numerosi abbonati al sito, si parla di guadagni intorno a 1.800.000 euro mensili.
Che c'è di male? Nulla, l'iniziativa è del tutto legale e ognuno può fare ciò che vuole.
Il problema è che nel servizio si è fatto il nome del locale, del sito al quale collegarsi, delle tariffe mensili e di quelle speciali a ore, si è mostrata la "merce" in vendita, spezzoni di filmati porno chePelazza parevano spot improvvisati, con tanto di tour "promozionale" all'interno della struttura a tre piani del night.
Il tutto è andato in onda in fascia protetta, nel consueto orario che le Iene dedicano al sesso; ma era veramente necessario dire il nome del sito e del locale? Quanta pubblicità, spero gratuita, avrà portato un servizio del genere?
Già mi vedo orde di ragazzi che stanno organizzando pullman per recarsi nell'innovativo luogo del sesso gratuito, come del resto vedo migliaia di guardoni già da ieri sera collegati al sito con il numero di carta di credito a portata di mano.
Mmm… qui qualcosa non quadra molto. Ma proprio Le Iene, sempre pronte a mascherare con pallini sfuocati nomi di persone e di società sono cadute in un "errore" così grossolano?
Pubblicità occulta? Ingenuo inciampo? Bah, credo che queste domande rimarranno senza risposta.
Intanto attendo adesioni per il pullman che ho prenotato giusto stamattina.

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
 
 

© 2004-2014 Blogo.it, alcuni diritti riservati sotto licenza Creative Commons.
Per informazioni pubblicitarie e progetti speciali su Blogo.it contattare la concessionaria esclusiva Populis Engage.

Teledicoio.blogosfere.it fa parte del canale Blogo Entertainment di Blogo.it Srl socio unico - P. IVA 04699900967 - Sede legale: Via Pordenone 8 20132 Milano